giovedì 31 ottobre 2013

Serie A Giornata 10 La Top 11


Curci
Garics
Ciani
Bonucci
Pirlo
Konè
Kaka
Mertens
Toni
Tevez
Borriello

Allenatore Benitez

Roma dieci e lode


La Roma conquista la decima vittoria in dieci partite, ottenendo il record per il campionato italiano per la migliore striscia di vittorie consecutive dall'inizio della stagione, i ragazzi di Garcia superano al termine di una partita difficile il Chievo per 1-0 grazie ad una rete di testa di Borriello nella ripresa che ha permesso di scardinare la difesa dei veneti, che hanno disputato una buona prestazione, anche se troppo rinunciataria. I giallorossi continuano a vincere, venendo a capo di un incontro veramente difficile vista la tenace resistenza degli uomini di Sannino.

Roma-Chievo 1-0 Pagelle


Roma

De Sanctis 6
Torosidis 6,5
Castan 6
Benatia 6,5
Dodò 6 (66' Balzaretti )
De Rossi 6,5
Pjanic 6,5 (Bradley 6)
Strootman 6,5
Marquinho 5,5 (58' Florenzi 6,5
Borriello 6,5
LJajic 6,5

Allenatore Garcia 6,5

Chievo

Puggioni 6
Frey 6
Dainelli 5
Claiton 6,5 (62' Papp 6)
Sardo 6
Rigoni 6
Hetemaj 5,5
Bentivoglio 5,5 (77' Acosty 6)
Dramè 6,5 (Estigarribia 5,5)
Pellissier 5
Paloschi 6

Allenatore Sannino 5,5

Roma-Chievo Formazioni Ufficiali


Roma

De Sanctis
Torosidis
Castan
Benatia
Dodò
De Rossi
Pjanic
Strootman
Marquinho
Borriello
LJajic

Allenatore Garcia

Chievo

Puggioni
Frey
Dainelli
Clayton
Sardo
Rigoni
Radovanovic
Bentivoglio
Dramè
Pellissier
Paloschi

Allenatore Sannino

lunedì 28 ottobre 2013

Serie A Giornata 9 La Top 11


De Sanctis
Castan
Rolando
Mustafi
Parolo
Bradley
Cuadrado
Vidal
Higuain
Palacio
Klose

Allenatore. Donadoni

Annarita Mazzarelli

domenica 27 ottobre 2013

Udinese-Roma 0-1 Pagelle giallorosse


De Sanctis 6,5
Maicon
Castan 7
Benatia 7
Balzaretti 6,5
De Rossi 6,5
Pjanic 6,5 (68' Torosidis 6,5)
Strootman 6
Florenzi 5,5 (62' Marquinho 5,5)
Borriello 5,5 (78' Bradley 7)
Ljajic 6,5

Allenatore Garcia 7

La Roma suona la nona


Grande vittoria della Roma, ad Udine, ottenuta con grinta cuore e caparbietà, il gol di Bradley nel finale dà i tre punti alla capolista, nove vittorie in nove giornate, i capitolini eguagliano la Juventus 2005-2006 di Fabio Capello, alla fine di un match intenso dove i friulani hanno colpito un palo con Muriel e si sono visti salvare sulla linea un tiro a botta sicura di Gabriel Silva. I giallorossi dal 65esimo minuto in dieci per l'espulsione per doppia ammonizione di Maicon.

Napoli-Torino 2-0 Pagelle


Napoli

Reina 6,5
Maggio 6
Albiol 6,5
Fernandez 6
Armero 6,5
Inler 6,5
Dzemaili 6
Mertens 6,5 (75' Pandev 6)
Hamsik 6,5 (81' Zapata s.v.)
Insigne 6
Higuain 7 (68' Callejon 6)

Allenatore Benitez 7

Torino

Padelli 5,5
Darmian 6
Glik 6
Moretti 6
D'Ambrosio 5,5 (62' Maksimovic 6)
Gazzi 5,5 (46' Basha 5)
Vives 6
Bellomo 5,5
Masiello 5,5
Cerci 5,5 (46' Meggiorini 6)
Barreto 6

Allenatore Ventura 5,5

F1 Gp India Pagelle


Vettel 8
Rosberg 7,5
Grosjean 8
Massa 7
Perez 7
Hamilton 6
Raikkonen 6,5
Alonso 5,5

Trionfo Vettel !!


Sebastian Vettel vince il Gran Premio d'India davanti a Rosberg e Grosjean, conquistando il titolo mondiale con tre gare d'anticipo, quarto Massa e undicesimo Alonso.

Annarita Mazzarelli

lunedì 21 ottobre 2013

domenica 20 ottobre 2013

Torino-Inter 3-3 Pagelle


Torino

Padelli 5
Darmian 5,5
Vives 6,5
Moretti 6
D'Ambrosio 6
Brighi 6 (81' Bellomo 7)
Gazzi 5,5
Farnerud 6,5 (48' Immobile 6,5)
Pasquale 5,5
Cerci 6,5
Barreto 6,5 (75' Meggiorini 5,5)

Allenatore Ventura 6,5

Inter

Handanovic 5,5
Rolando 6
Ranocchia 5,5
Juan Jesus 6
Jonathan 6
Cambiasso 6
Guarin 7
Taider 5,5(61' Belfodil 7)
Nagatomo 5,5
Kovacic (5' Carrizo 5,5)
Palacio 7,5 (81' Wallace s.v.)

Allenatore Mazzarri 6,5

Torino-Inter Formazioni Ufficiali


Torino

Padelli
Darmian
Vives
Moretti
D'Ambrosio
Brighi
Gazzi
Farnerud
Pasquale
Cerci
Barreto

Allenatore Ventura

Inter

Handanovic
Rolando
Ranocchia
Juan Jesus
Jonathan
Cambiasso
Guarin
Taider
Nagatomo
Kovacic
Palacio

Allenatore Mazzarri

Il Catania esonera Maran


Il Catania esonera il mister Maran, dopo la sconfitta di Cagliari ed un avvio di stagione difficile per la squadra etnea che è al terz'ultimo posto a quota cinque punti. Esonero arrivato un pò a sorpresa, visto il positivissimo campionato della scorsa stagione e nonostante si sia decisi di rifondare la squadra con le pesanti cessioni di giocatori importanti come Lodi e Gomez. Il nome del nuovo tecnico è quello di De Canio, che guiderà la squadra siciliana nel match interno contro il Sassuolo.

Fiorentina-Juventus 4-2 Trionfo Viola !


Fiorentina

Neto 6
Rodriguez 5,5
Savic 6,5
Roncaglia 6
Cuadrado 7
Aquilani 5 (Joaquin 7)
Ambrosini 6 (Fernandez 6,5)
Pizarro 6,5
Pasqual 6
Borja Valero 7
Rossi 8 (Matos s.v.)

Allenatore: Montella 7


Juventus

Buffon 5,5
Barzagli 5,5
Bonucci 6
Chiellini 6,5
Padoin 5 (Motta s.v.)
Pirlo 6,5
Marchisio 6 (Vidal 5,5)
Pogba 6
Asamoah 5,5 (Giovinco 5,5)
Tevez 6,5
Llorente 5

Allenatore: Conte 5,5

Atalanta-Lazio 2-1


L'Atalanta piega la Lazio 2-1 ed ottiene la terza vittoria consecutiva, nel primo tempo l'Atalanta gioca meglio e trova il vantaggio con una precisa conclusione da fuori area di Cigarini, che sorprende Marchetti, nella ripresa Perea, trova la prima rete in Serie A, sfruttando un'indecisione della difesa dei locali, dando il pareggio ai biancocelesti, che giocano meglio del primo tempo, nel finale uno splendido assist di Cigarini sorprende la difesa laziale, Denis salta Marchetti e realizza la rete della vittoria per l'Atalanta.

Fiorentina-Juventus: Le Formazioni Ufficiali


Fiorentina

Neto
Rodriguez
Savic
Roncaglia
Cuadrado
Aquilani
Ambrosini
Pizarro
Pasqual
Borja Valero
Rossi

Allenatore: Montella

Juventus

Buffon
Barzagli
Bonucci
Chiellini
Padoin
Pirlo
Marchisio
Pogba
Asamoah
Tevez
Llorente

Allenatore: Conte

Atalanta-Lazio Formazioni Ufficiali


Atalanta

Consigli
Bellini
Stendardo
Lucchini
Del Grosso
Raimondi
Cigarini
Carmona
Bonaventura
Moralez
Denis

Allenatore Colantuono

Lazio

Marchetti
Cavanda
Ciani
Cana
Lulic
Onazi
Biglia
Hernanes
Felipe Anderson
Perea
Floccari

Allenatore Petkovic

Milan-Udinese 1-0 Pagelle


Milan

Gabriel 7
Abate 6,5
Zapata 6,5
Silvestre 6
Constant 6
Muntari 6 (Nocerino s.v.)
Montolivo 6,5
Poli 7
Birsa 7 (Niang 6)
Robinho 6,5
Matri 5,5 (Kakà s.v.)

Allenatore Allegri 6,5

Udinese

Kelava 6
Hertaux 6,5
Danilo 6
Naldo 6
Basta 5,5 (Muriel 5,5)
Allan 6
Pereyra 6 (Ranegie s.v.)
Pinzi 5,5 (Zielinski 5,5)
G. Silva 6
Lazzari 5,5
Di Natale 5,5

Allenatore Guidolin 5,5


sabato 19 ottobre 2013

Roma-Napoli 2-0 Allungo giallorosso !


La Roma si aggiudica l'ottava partita in altrettante gare e allunga a cinque punti il vantaggio in classifica sul Napoli, una doppietta di Pjanic stende i partenopei, facendo impazzire i tifosi dello stadio Olimpico, che alla fine tributano un'ovazione alla squadra giallorossa. Il Napoli si presenta all'Olimpico con due novità rispetto alle previsioni della vigilia, Mesto viene impiegato terzino sinistro al posto di Armero, Higuain parte in panchina e al suo posto Pandev, la Roma in formazione tipo parte meglio nei primi minuti di gioco sfiorando il vantaggio con una con una conclusione di Gervinho, che termina alta, sopra la traversa, alla mezzora esce Totti per un indolenzimento muscolare, dentro Borriello, ma il Napoli cresce e con una bellissima verticalizzazione i partenopei lanciano a rete Pandev, che si fa ipnotizzare da De Sanctis, sulla respinta di De Rossi esplode lo stadio, la Roma non brilla in questa fase ma sfiora la rete con un tiro di Florenzi che termina fuori di poco, nel finale di primo tempo succede di tutto, Insigne si libera in area di rigore, sul contatto con Maicon resta in piede e conclude colpendo il palo esterno. Al secondo minuto di recupero, Gervinho viene abbattuto da Cannavaro, la punizione di Pjanic è una meraviglia che dà il vantaggio ai giallorossi, proprio a fine primo tempo. Nella ripresa il Napoli alza il proprio baricentro, pressando molto, esce anche Gervinho per una contusione, al suo posto Ljajic, il Napoli si fa pericoloso solo con tiri dalla distanza, entra Higuain, ma poco dopo arriva l'episodio che ha fatto infuriare Benitez, trattenuta reciproca di Borriello e Cannavaro nell'area del Napoli, l'arbitro Orsato decreta il rigore, seconda ammonizione per il difensore partenopeo subentrato nel finale di primo tempo a Britos, Napoli in dieci e Pjanic trasforma il rigore spiazzando Reina. Nel finale il Napoli prova a riaprire la partita, la Roma è stanca ma riesce a rendersi pericolosa in contropiede, finisce qui, 2-0 per i ragazzi di Garcia che possono continuare a sognare, un'altra giornata da capolista, davanti al re del calcio Maradona, che ha assistito all'incontro in Tribuna Monte Mario.

venerdì 18 ottobre 2013

Roma-Napoli 2-0 Pagelle

Roma

De Sanctis 7
Maicon 7
Benatia 6,5
Castan 7
Dodò 6
De Rossi 7
Pjanic 8
Strootman 6,5
Gervinho 6,5 (Ljajic 6)
Totti 6 (Borriello 6,5)
Florenzi 6,5 (Marquinho s.v.)

Allenatore Garcia 7

Napoli

Reina 6
Maggio 5,5
Albiol 6
Britos 6,5 (Cannavaro 5)
Mesto 6
Behrami 6,5
Inler 6 (Dzemaili s.v.)
Hamsik 5,5
Insigne 6
Callejon 5,5
Pandev 5,5 (Higuain 5,5)

Allenatore Benitez 5,5

Roma-Napoli Formazioni Ufficiali


Roma

De Sanctis
Maicon
Benatia
Castan
Dodò
De Rossi
Pjanic
Strootman
Gervinho
Totti
Florenzi

Allenatore Garcia

Napoli

Reina
Maggio
Albiol
Britos
Mesto
Behrami
Inler
Hamsik
Insigne
Callejon
Pandev

Allenatore Benitez

martedì 15 ottobre 2013

Spagna-Georgia 2-0


Le furie rosse alle quali bastava un punto si qualificano al mondiale di Brasile 2014 dove proveranno a difendere il titolo vinto nell'edizione precedente in Sudafrica.
La Spagna batte per 2-0 la Georgia grazie alle reti di Negredo nel primo temo e di Mata nella ripresa, condannando la Francia ai play off.

L'Inghilterra conquista il Mondiale !!


L'Inghilterra batte la Polonia per 2-0 grazie ad un gran gol di testa di Rooney e al roddoppio di Gerrard, al termine di una partita ricca di occasioni da gol per entrambe le squadre, gli inglese riescono quindi a qualificarsi per il mondiale in un girone delicato dove Ucraina e Montenegro si sono rivelate avversarie più difficili del previsto.

Ibisevic manda la Bosnia ai Mondiali


La Bosnia ottiene una qualificazione storica ai mondiali di Brasile 2014, vincenceo per differenza reti nel gruppo G davanti alla Grecia. Grandissima impresa dei bosniaci, guidati dalle reti di Dzeko, da un grande Ibisevic, da un ottimo Pjanic e dal laziale Lulic. Grande vittoria in trasferta nell'incontro decisivo in Lituania con la rete nella ripresa di Ibisevic, grande soddisfazione per la compagine balcanica, si prevedono grandi festeggiamenti in Bosnia per questo straordinario gruppo.

Portogallo-Lussemburgo 3-0


Goleada per il Portogallo privo di Cristiano Ronaldo contro il Lussemburgo, i luisitani si impongono per  3-0 grazie alle reti nel primo tempo di Varela e Nani, entrambi lanciati a rete da Moutinho, nel primo gol grazie ad una splendida verticalizzazione, nell'occasione della rete di Nani con un delizioso colpo di tacco.
Nella ripresa arriva anche il terzo gol grazie a Postiga che da pochi passi batte facilmente il portiere.
La partita è stata dominata dai ragazzi di Paulo Bento sin dalle prime battute di gioco, ha avuto un momento chiave con l'espulsione del lussemburghese Joachim al ventinovesimo minuto del primo tempo. Alla fine per il Portogallo la strada per il mondiale passerà per i Play Off di Novembre, con qualche rimpianto per i vari punti persi per strada.

Annarita Mazzarelli

La Russia di Capello vola ai mondiali


La Russia ottiene in Azerbaigian il pass per il mondiale 2014, vincendo il gruppo F davanti al quotato Portogallo di Cristiano Ronaldo. Importantissimo risultato per gli uomini di Fabio Capello che ai mondiali rappresenteranno una pericolosa outsider per chiunque. Nel primo tempo la Russia si porta in vantaggio grazie a Shirokov, centrocampista dello Zenit, nella ripresa i russi in superiorità numerica, pur controllando i ritmi di gioco, subiscono la rete del pareggio degli azeri negli ultimi istanti di gioco con Javadov, il pareggio per 1-1 qualifica ai mondiali la Russia che può festeggiare dopo un cammino splendido e condotto in testa dall'inizio alla fine.

Italia-Armenia: La Formazione Azzurra


Marchetti
Abate
Bonucci
Astori
Pasqual
Pirlo
Florenzi
Aquilani
Montolivo
Insigne
Osvaldo

Allenatore: Prandelli

Annarita Mazzarelli

L'Inter a Thoir


E' arrivato stamane l'annuncio di Moratti per il passaggio del 70% delle azioni dell'Inter nelle mani dell'indonesiano Thoir, Moratti afferma di lasciare la proprietà della squadra milanese in buone mani, non è ancora stato sciolto il nodo sulla presidenza.

domenica 13 ottobre 2013

Gp Malesia vince Pedrosa


Pedrosa su Honda vince il Gp della Malesia, davanti al proprio connazionale e compagno di squadra Marquez, chiudendo con un buon margine a testimonianza di una vittoria netta e meritata, terzo Lorenzo a lungo impegnato in uno spettacolare duello con Marquez, poco distante al quarto posto chiude Rossi, che continua a rimanere lontano dai tre spagnoli che stanno monopolizzando il campionato, che Marquez ha ormai in mano.

Gp Suzuka: Ancora Vettel !


Grandissima vittoria per Vettel sul circuito di Suzuka, in Giappone, davanti al compagno di squadra Webber e alla Lotus di Grosjean, quarto Alonso davanti a Raikkonen ed Hulkenberg. La partenza vede un fantastico Grosjean prendere la testa, partendo dal quarto posto, davanti a Webber e Vettel, il campione del mondo tocca impercettibilmente Hamilton che fora e dopo due giri si ritira. La gara si decide sulle strategie, due per Grosjean e Vettel, tre per un arre,bante Hamilton, al termine della seconda sosta di Grosjean, Vettel compie il sorpasso che lo porta al comando, Webber terzo rimonta sulla Lotus di Grosjean e completa la doppietta Red Bull. La Ferrari, anche oggi in difficoltà, non è riuscita mai a lottare con il trio di testa e ha concluso la gara lontanissima. Per Vettel il titolo mondiale è sempre più vicino, oggi ha ottenuto la vittoria 35 in carriera, la nona in stagione, numeri eccezionali per il fuoriclasse tedesco.

sabato 12 ottobre 2013

Costa d'Avorio-Senegal 3-1


Partita importantissima per le qualificazioni mondiali tra Costa d'Avorio e Senegal, gli ivoriani padroni di casa, allenati dall'ex centrocampista del Parma Lamouchi, partono alla grande e al quinto minuto sbloccano l'incontro grazie al rigore del leader Drogba che spiazza il portiere, pallone a sinistra, estremo difensore a destra. Al quattordicesimo minuto arriva la rete del raddoppio grazie ad un'autorete di Sanè propiziata da un tiro cross del giallorosso Gervinho, a tratti devastante, come in occasione dell'azione del rigore nato per un fallo ai suoi danni. Nel finale della prima frazione Yaya Tourè spedisce alto un delizioso assist di Gervinho. In avvio di ripresa la Costa d'Avorio cala il tris, grazie a Kalou l'attaccante del Lille ex Chelsea, ben innescato da un Gervinho in formato mondiale, Cissè nel finale accorcia le distanze. Il ritorno è previsto per il 16 Novembre sul campo del Senegal, ma la Costa d'Avorio ha la qualificazione in tasca.

Del Potro batte Nadal 6-2, 6-4


A Shangai, Del Potro batte a sorpresa in semifinale lo spagnolo Nadal con il punteggio di 6-2, 6-4 giocando una partita splendida, rimanendo lucido nei rari momenti di difficoltà (sei palle break salvate) e raggiunge in finale il serbo Djokovic che ha superato in due set il francese Tsonga. I precedenti sono a favore del serbo per 9 a 3, la finale è domani alle ore 10:30 su Sky Sport.

Olanda-Ungheria 8-1 Strootman a segno !


L'Olanda, già qualificata ai mondiali 2014, festeggia battendo per 8-1 la nazionale ungherese, con tre reti di Van Persie, di Lens, rete di Strootman, Van der Vaart e Robben e usufruendo di un'autorete, in campo Strootman a centrocampo come intermedio sinistro, davanti alla difesa il milanista De Jongh, per un centrocampo di assoluto livello ed un attacco letale.

Gp Giappone Webber in Pole


Pole Position per Mark Webber nel Gp del Giappone, l'australiano precedete il leader del mondiale Vettel, terzo Hamilton, quarto Grosjean, la prima delle Ferrari è quella di Massa, quinto, Alonso invece partirà solamente in ottava posizione.

Colombia-Cile 3-3 Vidal e Falcao a segno


Spettacolare pari 3-3 per Colombia e Cile, cileni in vantaggio di tre reti nel primo tempo grazie alle reti di Vidal e  alla doppietta di Sanchez, nella ripresa la Colombia si sveglia e compie una spettacolare rimonta grazie alle reti di Gutierrez e a un doppio calcio di rigore di Falcao. Sullo 0-3 espulso nel Cile l'atalantino Carmona, polemico al termine dell'incontro il tecnico del Cile, al quale servirà un punto nell'ultimo incontro, contro l'Ecuador in casa per raggiungere Argentina e Colombia al mondiale brasiliano.

Video del match:

http://www.ole.com.ar/futbol-internacional/eliminatorias/Va-objetivo_0_1009099361.html

Spagna-Bielorussia 2-1


La Spagna vince 2-1 in casa, ad Albacete contro la Bielorussia con due reti nella ripresa di Xavi e Negredo, per i bielorussi rete nel finale di Kornilenko, alle furie rosse ora basta un punto nell'ultimo incontro di martedì in Georgia per staccare il pass per i mondiali 2014. In porta Valdes del Barcellona è stato preferito al madridista Casillas. La Spagna non ha disputato di certo una bella partita, ma la qualità e le giocate dei suoi campioni ha permesso di raggiungere la vittoria, sempre positivo Negredo, che subentrato nella ripresa ha avuto il merito di realizzare un'altra rete in questo splendido avvio di stagione.

Portogallo-Israele 1-1 Portogallo solo ai Play Off


Il Portogallo fallisce l'appuntamento con la vittoria in casa contro l'Israele e la Russia scappa in classifica con tre punti di vantaggio, condannando i luisitani agli spareggi. Portoghesi in vantaggio nel primo tempo con il difensore Costa, vengono raggiunti al minuto 85 dalla rete di Ben Basat. Nell'ultimo turno il Portogallo affronterà il Lussemburgo, mentre la Russia se la vedrà con l'Azerbaijan.

Argentina-Perù 3-1

Un super Lavezzi dà i tre punti all'Argentina, che si qualifica ai mondiali 2014, contro il Perù che era passato in vantaggio nel primo tempo con Pizarro, centravanti del Bayern Monaco, ma il gol, un pallonetto di pregevole fattura, è un'illusione per i peruviani, perchè si sveglia Lavezzi con una splendida doppietta, chiude la partita e cala il tris l'attaccante nerazzurra Palacio. L'Argentina sarà una delle favorite per il mondiale brasiliano.

martedì 8 ottobre 2013

Magic Verona


Il Verona rappresenta senza dubbio la sorpresa di questo avvio di stagione, in sette partite gli scaligeri hanno ottenuto 13 punti in classifica, frutto di 4 vittorie, un pareggio e due sconfitte, occupando la quinta posizione in classifica e precedendo squadre costruite con bel altre ambizioni come Fiorentina, Milan, Lazio e Udinese, avendo disputato già impegni probanti, come le trasferte con i campioni d'Italia della Juventus e la capolista Roma. I veneti hanno ottenuto tre vittorie in casa, con Milan al debutto, splendida la doppietta di Toni e con le altre due neopromosse Sassuolo e Livorno. I punti di forza sono rappresentati sicuramente da una società sana guidata dal Presidente Setti, dall'abilissimo Direttore Sportivo Sogliano e dal tecnico Mandorlini, che dopo la vittoria dello scudetto in Romania con il Cluji è ripartito nel 2010 da Verona, dalla Lega Pro, riportando dopo solo una stagione la squadra in Serie B e continuando un progetto ponderato e vincente che ha portato in questa stagione la società alla massima serie. Molteplici gli aspetti positivi per una squadra compatta, che offre un bel calcio, alternando attacchi rapidi, con palla bassa e scambi di prima, a ripartenze micidiali; tra i protagonisti citiamo il portiere brasiliano Rafael, che in diverse occasioni, ha dimostrato qualità indiscusse e la capacità di dare serenità al reparto difensivo, dove apprezziamo molto l'avvio di campionato di Cacciatore, già autore di due reti nelle trasferte di Torino con la Juventus e di Bologna, a centrocampo, punto di forza della squadra ottime le prestazioni di Martinho, Romulo e soprattutto Jorginho, accostato oramai sia alla nazionale azzurra, sia alle grandi, in estate alla Fiorentina, ultimamente alla Juventus, in avanti è arrivata l'esplosione di Iturbe, il ventenne paraguaiano naturalizzato argentino, cresciuto nelle nazionali giovanili dell'Argentina insieme all'ex giallorosso Lamela, ha dimostrato doti tecniche eccellenti, dotato di grande tecnica individuale, dribbling secco e un bel tiro da fuori, come dimostrato con lo splendido gol al Verona, ricorda in alcune movenze Alexis Sanchez, l'attaccante cileno del Barcellona.

Insieme ad Iturbe in avanti, sta dimostrando di essere un giocatore ancora di assoluto livello Luca Toni, autore di reti pesanti come a Bologna, come la doppietta nel Milan, sicuramente sarebbe servito ancora alla Fiorentina.

Con queste premesse per il Verona si prospetta un campionato dove i tifosi veneti potranno finalmente togliersi tantissime soddisfazioni, anche se scaramanticamente staff tecnico e squadra ricordano che l'obiettivo princiaple sia quello della salvezza.

Cristian Bureca e Annarita Mazzarelli

lunedì 7 ottobre 2013

Maxi squalifica per Mexes


Quattro giornate di squalifica per Mexes, di cui tre in seguito all'applicazione della prova televisiva per il duro colpo inferto dal difensore francese a Giorgio Chiellini ed una per l'espulsione rimediata per doppia ammonizione. Squalifica del campo per il Milan, in seguito ai cori contro il Napoli, quindi salvo ricorso ed accoglimento dello stesso il Milan giocherà contro l'Udinese a porte chiuse. Piove sul bagnato sulla società rossonera, visto il difficile momento in campionato.

domenica 6 ottobre 2013

Serie A Giornata 7 La Top 11


Handanovic
Danilo
Cacciatore
Chiellini
De Rossi
Inler
Pirlo
Barrientos
Cassano
Totti
Di Natale

Allenatore Garcia

Juventus-Milan 3-2


L'attesissimo big match Juventus-Milan vede subito come protagonista la squadra di mister Allegri, dopo pochi secondo dal fischio d'inizio Montolivo crea un assist a sorpresa per Muntari che di potenza mette in rete e gela la difesa juventina.
La squadra padrona di casa non demorde e al 15esimo minuto Pirlo con una punizione dal limite segna il gol dell' 1-1, il match torna quindi in parità.
Il Milan si chiude nella sua metà area, ma al 26esimo minuto Zapata prova la conclusione dal lato, ma Buffon non si lascia sorprendere e mette la palla in calcio d'angolo, la squadra di Conte cerca di creare gioco, Tevez prova più volte a calciare in porta, ma i difensori rossoneri respingono prontamente. Le due squadre vanno al riposo con il risultato di parità 1-1.

Nella ripresa al minuto 52esimo grande parata di Buffon su di un pericoloso tiro di Mexes, i bianconeri cercano di mettere in difficoltà il Milan, Asamoah al 59esimo minuto cerca la conclusione con un tiro potente dalla distanza, ma non inquadra lo specchio della porta.
Al minuto 69' grande giocata di Giovinco, subentrato da pochi minuti a Qugliarella, che con rapidità e destrezza salta due difensori rossoneri e spedisce in rete il pallone del 2-1.
Dopo il gol subito cresce la tensione in campo Mexes compie un intervento pericoloso e riceve la doppia ammunizione e lascia la sua squadra in dieci uomini, è la Juventus ad approfittare della situazione, al minuto 75' Pirlo colpisce la traversa con una deliziosa punizione, sulla ribattuta Chiellini rasoterra colpisce e mette in rete la palla del 3-1.

Al minuto 89esimo la Juventus perde palla Muntari ne approfitta e dalla distanza sorprende Buffon, è doppietta personale per il giocatore rossonero, che porta il risultato sul 3-2.
Al 92esimo brivido per la squadra bianconera con Zapata che tenta la conclusione di testa, ma la palla termina fuori di poco.
Il match termina con il risultato di 3-2 a favore dei padroni di casa, continua la rincorsa dei bianconeri alla vetta della classifica, raggiunge il Napoli a 19 punti e a meno 2 della testa della classifica, mentre il Milan resta a 8 punti, ben 13 punti in meno dalla capolista Roma.

Annarita Mazzarelli

Juventus-Milan 3-2 Le Pagelle


Juventus

Buffon 7
Barzagli 6
Bonucci 6,5
Chiellini 7
Padoin 5,5 (55' Pogba 6,5)
Pirlo 7,5
Vidal 7
Marchisio 6
Asamoah 6
Quagliarella 6 (67' Giovinco 7)
Tevez 6 (85' Llorente s.v.)

Allenatore Conte 7

Milan

Abbiati 5,5
Abate 6
Zapata 5,5
Mexes 4
Constant 5,5
De Jongh 6,5
Nocerino 6 (72' Niang 6)
Montolivo 6
Muntari 6,5
Robinho 6
Matri 5,5

Allenatore Allegri 5,5

Juventus-Milan Formazioni Ufficiali


Juventus

Buffon
Barzagli
Bonucci
Chiellini
Padoin
Pirlo
Vidal
Marchisio
Asamoah
Quagliarella
Tevez

Allenatore Conte

Milan

Abbiati
Abate
Zapata
Mexes
Constant
De Jongh
Nocerino
Montolivo
Muntari
Robinho
Matri

Allenatore Allegri